Tra fantascienza e realtà: arriva l’auto che si guida da sola

Il cinema e i libri di fantascienza ci hanno spesso fatto immaginare eventi surreali e tecnologie straordinarie, tra le tante il sogno di un’automobile in grado di gestirsi da sola in cui il conducente diventa poco più di un passeggero; a colmare questo salto tra fantascienza e realtà ci ha pensato Google con un prototipo di auto che viaggia in totale autonomia.

A condurre e realizzare il progetto è stato Sebastian Thrun, un ingegnere della azienda che ha ideato il famoso motore di ricerca e che col tempo ha esteso i suoi orizzonti nel campo della ricerca tecnologica. L’auto che per il momento viene semplicemente chiamata “self driving car” altro non è che una comune Toyota Prius alla quale sono state apportate notevoli modifiche e corredata di una serie di sofisticatissimi sensori e navigatori gestiti da un computer di bordo.

L’auto che si giuda da sola ha già percorso oltre 200 mila chilometri sulle strade della California e, secondo quanto dichiarato da Google, l’esperimento è riuscito perfettamente senza alcuna complicazione tecnica. Per il momento ovviamente è solamente un prototipo sperimentale ma visti i risultati soddisfacenti Google, con un po’ di ottimismo, ha prospettato una possibile commercializzazione entro i prossimi 8 anni.