Sempre più costose le riparazioni

L’Osservatorio Autopromotec ha fatto una ricerca sui costi delle riparazioni e delle manutenzioni delle auto, stimando nel 2009 un fatturato complessivo di 28415 milioni di euro, contro i 27225 milioni di euro dell’anno precedente. Un incremento quindi del 4,31%, che singolarmente si calcolano 778 euro in media per ogni italiano (contro i 755 euro del 2008).

[ad]

Nonostante però i costi crescano, si riduce la frequenza delle “visite” in officina, grazie per lo più alle innovazioni tecnologiche che rendono le auto più affidabili e meno bisognose di manutenzione. Ma oltre a questo secondo l’Autopromotec ci sono altri due fattori che hanno ridotto la frequenza: il rinvio di molti automobilisti degli interventi di manutenzione a causa della crisi economiche e la scelta di rottamare la vecchia auto a beneficio di un’auto nuova (e quindi l’uscita dell’auto che aveva bisogno di interventi).

Ma nonostante la tecnologia permetta meno interventi quando c’è bisogno di una riparazione i costi sono aumentati. Infatti sempre più spesso non si parla più di riparazioni, ma di sostituzioni. Oltre alla manodopera si deve quindi pagare il nuovo pezzo di ricambio, che secondo l’Istat hanno avuto degli incrementi dell’1,13%. Anche i costi della manodopera sono cresciuti dell’1,98%, mentre più sensibilmente è cresciuto il costo delle riparazioni, arrivando ad un incremento del 4,20%.

La tendenza all’aumento delle riparazioni si poteva vedere già dal 2005, quando la spesa era cresciuta del 2,63%, continuando nel 2006 del 4,90%, nel 2007 del 4,47% e nel 2008 del 5,03%.

Fra le regioni che in media hanno speso di più c’è la Lombardia, seguita al secondo posto dal Lazio e dal Veneto al terzo posto. Seguono poi nella graduatoria Emilia Romagna, Piemonte, Toscana e Campania.

About Redazione 292 Articoli
Articoli scritti a più mani dalla redazione di Motoeauto.eu