Seat lancia la gamma Bi-Fuel

seataltea_bifuel_anterioreLa Seat è pronta a lanciare i suoi primi motori Bi-Fuel, con doppia alimentazione benzina-GPL. La casa spagnola si adegua così alla domanda del mercato, sempre più in cerca dei motori a doppia alimentazione per risparmiare sulle spese del carburante. Infatti la vendita delle auto alimentate a GPL è notevolmente aumentata rispetto al 2008; con l’anno 2009 ancora in corso sono state vendute già tre volte quelle dell’intero anno 2008. Le auto scelte per questa versione sono l’Altea, l’Altea XL e la Leon.

[ad]

La Leon è equipaggiata con un quattro cilindri da 1,6 litri che sviluppa una potenza di 102 cavalli, che gli consentono di raggiungere i 184 km/h di velocità massima e di raggiungere i 100 km/h partendo da fermo in 12,4 secondi. Il consumo medio si aggira attorno ai 9,5 litri ogni 100 km percorsi in città (che diventano 7,3 su strade extraurbane), mentre le emissioni sono pari a 172 g/km. Non c’è nessuna differenza estetica in confronto al modello esclusivamente a benzina, solo che nel bagagliaio invece della ruota di scorta c’è posizionato il serbatoio di GPL. Il prezzo parte da 19505 euro per il modello base, mentre sale a 20605 euro per la versione più costosa. La differenza rispetto alla versione alimentata a benzina è di circa 2000 euro, a cui però vanno sottratti gli incentivi statali di 1500 euro.seat-leon-2010

La Seat Altea e Altea XL è dotata dello stesso propulsore Bi-Fuel, che riesce ad ottenere la stessa potenza della Leon. I consumi però sono leggermente più alti, infatti per ogni 100 km trascorsi si consumano circa 9,8 litri, che però su strade extraurbane scendono a 7,5 litri. Per la versione base dell’Altea occorrono per acquistarla 19790 euro, che possono arrivare a 21165 euro per la super accessoriata. Crescono giustamente i prezzi per la sorella maggiore, l’Altea XL, che va dai 20665 euro fino ad arrivare a 21925 euro.

About Redazione 292 Articoli
Articoli scritti a più mani dalla redazione di Motoeauto.eu