Papa Benedetto XVI chiede la Papamobile elettrica

Il Papa tiene all’ambiente. Contro l’inquinamento, specie quello atmosferico, Papa Benedetto XVI ha voluto fare la sua parte. Infatti ha chiesto di essere dotato di una vettura elettrica. Dunque pare che sia allo studio una Papamobile elettrica, ad emissioni zero, una vettura che dovrà garantire la sicurezza del Papa e nello stesso tempo avere un bassissimo impatto ambientale, pari allo zero. Non è facile: come sappiamo infatti, l’attuale Papamobile è una vettura blindatissima. Una vettura che pesa molto, ma che nello stesso tempo, riesce ad avere una agilità molto alta, per permettere allo staff del Pontefice di spostarsi in maniera celere in caso di emergenza. La Papamobile viene ormai usata solo per brevissimi tragitti, in Piazza San Pietro nel Vaticano, dunque non ci sarebbero grossi problemi dal punto di vista logistico. Ma ciò che pare difficile da realizzare, è una vettura che possa sostenere una alta blindatura e che possa essere anche molto reattiva ed agile, caratteristiche che ancora non sono disponibile nelle vetture elettriche. Il Papa non è la prima personalità famosa che richiede una vettura elettrica: anche Barack Obama, presidente degli Stati Uniti, ne ha richiesta una, e probabilmente l’idea si espanderà ai principali capi di stato.

Pietro Gugliotta