MINI John Cooper Works GP, edizione estrema in duemila esemplari

La MINI chiude la seconda generazione della piccola vettura inglese con il botto: è stata infatti presentata la MINI John Cooper Works GP, la MINI più veloce di sempre. Si tratta di una versione estrema e limitata, con peculiarità sportive della MINI. Adatta alle situazioni sportive, dunque ideale per la guida su strada, ma molto competitiva per chi ha ambizioni da pista, la nuova MINI John Cooper Works GP è nata proprio su pista, sul tracciato Nordschleife del Nürburging. E proprio su questo tracciato ha anche realizzato un tempo interessante: 8 minuti e 23 secondi, 19 secondi più veloce dell’ultima GP Kit. Per guadagnare così tanto, i tecnici hanno dovuto lavorare molto sul fattore aerodinamica: è presente uno spoiler posteriore, bandelle sottoporta, la nuova grembiulatura anteriore ed un grande alettone sul tetto. Non manca anceh un diffusore posteriore, per ottimizzare l’aria nel sottoscocca. I dettagli definitivi non sono stati ancora svelati, ma anche l’impianto frenante è stato potenziato. Il motore non è stato svelato ufficialmente, ma indiscrezioni parlano di un propulsore 1.6 Twin-Scroll Turbo da 230 CV. Ci sarà la possibilità di regolare l’assetto, fattore che darà grande stabilità alla vettura, con un miglioramento notevole della tenuta di strada. Non è stato ufficializzato ancora il prezzo della nuova MINI John Cooper Works GP, che come già anticipato, sarà in vendita in edizione limitata, in soli 2.000 esemplari.