Mercato dell’auto mai così male da 16 anni: solo 157.309 immatricolazioni

C’era grande attesa per la comunicazione dei dati del mercato dell’auto: il mese di aprile infatti è un mese chiave nel paragone fra l’anno 2011 e il 2010. Infatti marzo era stato l’ultimo mese che aveva subito l’influenza positiva degli incentivi 2010, dunque da aprile in poi i dati dovevano essere senza dubbio più veritieri, ed effettuare un paragone fra il 2010 ed il 2011 non sarebbe stata una disfatta per l’anno in corso. Perchè le perdite in doppia cifra che c’erano state nei mesi scorsi avevano creato una sorta di pessimismo, alimentato purtroppo dai dati di aprile. Ad aprile 2011 sono state immatricolate 157.309 auto, il dato più basso da quasi 16 anni ad oggi. Il dato, paragonandolo ad aprile 2010, è ancora una volta negativo, seppur di poco: infatti fa segnare -2.24%, ma è chiaramente il punto più basso da aprile 1995 secondo i dati del Centro Studi Promotor, che nella nota ha anche commentato la situazione del mercato dell’auto. “L’attuale quadro del mercato automobilistico italiano è coerente con i segnali che vengono dai primi dati statistici del 2011 e che sembrano indicare che la ripresa dell’economia italiana, già debole nel 2010, si sarebbe arrestata in questo inizio d’anno”. In questo quadro tutt’altro che positivo, si inserisce anche il dato di vendite di Fiat: l’azienda del Lingotto ha immatricolato ad aprile oltre 45 mila vetture, l’8,5% in meno rispetto allo stesso mese del 2010.

Pietro Gugliotta