Italia, aumenta il parco auto a GPL e metano

Il Centro Studi Promotor ha pubblicato di recente un interessante studio sul parco auto a gas in Italia. E’ emerso da questo studio che negli ultimi due anni, il numero delle autovetture alimentate a metano o GPL è aumentato. Infatti su un totale di 36.7 milioni di auto in Italia (un numero veramente spropositato) nel 2010, il 6.42% delle vetture era alimentato a GPL o metano. Se pensiamo che nel 2008, la quota di vetture a gas era pari al 4.56% possiamo intuire i grandi progressi che sono stati fatti. Infatti dal 2008, quando il parco vetture a gas era di 1.647.050 unità, siamo passati alla fine dello scorso anno a 2.353.478 unità. L’aumento è dovuto agli incentivi del 2009, che hanno portato numerosi clienti ad installare un propulsore a doppia alimentazione, o addirittura con l’acquisto di vetture che già prevedevano un doppio propulsore. E’ una crescita importante, ma che va sostenuta da parte dello Stato con nuovi incentivi: è questo il succo del pensiero di Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor GL events. “La fine degli incentivi alle auto ecologiche rischia di vanificare gli sforzi di industria automobilistica, fornitori di carburanti e anche del Governo italiano per favorire lo sviluppo di una mobilità verde anche nel nostro Paese. La crisi del 2008-2009 ha determinato un crollo del prodotto interno lordo italiano del 6,8%. La caduta si è arrestata nel secondo trimestre 2009, ma da allora, in ben sei trimestri, il recupero è stato di soli 1,6 punti percentuali, per cui il gap da recuperare nel Pil è ancora di 5,2 punti”.

Pietro Gugliotta