Isfort: “Gli italiani preferiscono l’auto per muoversi”

L’Istituto di ricerche sui trasporti, l’Isfort, ha pubblicato in questi giorni una ricerca, sull’uso in Italia dell’automobile. Negli ultimi 10 anni è il mezzo di locomozione più utilizzato.
In questa ricerca sulla mobilità degli italiani, si nota come rispetto a dieci anni fa, i cittadini si muovono maggiormente: per ciò che riguarda i chilometri percorsi, si è passati dai 9,6 a 11,4 chilometri giornalieri; mentre si allungano i tempi di percorrenza, che passano dai 19 di dieci anni fa, ai 21 minuti del 2010. Dunque spostarsi in auto si, ma è chiaro come i tempi si allungano e dunque l’auto forse non è il mezzo più veloce per muoversi.
E il mezzo che viene più usato dagli italiani per muoversi è senza dubbio l’automobile: basta pensare come nel 2000, l’utilizzo giornaliero era fermo al 59,9%, dopo dieci anni il valore è nettamente aumentato, attestandosi al 75%. Questo valore tiene conto dei chilometri percorsi in auto e del tempo passato su una vettura. Vengono completamente surclassati gli altri mezzi di locomozione, come i mezzi pubblici (bus, tram, metro). Il perchè è chiaro, ognuno preferisce muoversi in comodità e in maniera indipendente. E diciamo la verità, agli italiani piace essere “comodisti”, molti spostamenti infatti sono stati “certificati” come brevi spostamenti: l’italiano medio si sposta in macchina anche per brevissimi tragitti, che potrebbe fare anche a piedi. Infatti la fascia degli spostamenti, che va dai 2 ai 50 chilometri, raggiunge l’80% di tutti gli spostamenti in auto, così come alti sono gli spostamenti su strade extraurbane, il 44,3%. L’inchiesta Isfort si chiude con un dato interessante. Il 95,9% degli intervistato ha utilizzato l’auto nel 2009, sia come guidatore che passeggero; di questa cifra, il 71% è un viaggiatore in auto abituale, il restante usa l’auto in modo occasionale.