Incentivi, l’erogazione slitta a metà 2013?

euro_euroL’assenza del decreto di attuazione bloccherà l’arrivo degli incentivi per le auto ecologiche: è questo quanto emerge dalle ultime comunicazioni. L’approvazione della legge di stabilità ha infatti occupato i parlamentari italiani, che si sono concentrati su questa importante norma, accantonando altri provvedimenti, come quello degli incentivi per l’acquisto di vetture ecologiche. Si pensava che questo tipo di incentivi potesse entrare in vigore a partire dal 1 gennaio 2013, ma così non sarà: considerando il difficile momento politico e le elezioni che si terranno nel mese di febbraio, è possibile che questi incentivi possano slittare a metà 2013. Un slittamento che non piace agli addetti ai lavori, che già non gradivano i principi di questi incentivi. Infatti ricordiamo come funzionano gli incentivi: 40 milioni di euro saranno stanziati per il 2013 e altri 35 milioni di euro saranno stanziati nel 2014. Sarà dunque possibile acquistare una vettura ad emissioni ridotte sfruttando un incentivo, ma solo il 30% dei finanziamenti sarà stanziato per i privati, mentre il restante 70% sarà destinato alle aziende che vorranno rinnovare il loro parco macchine. Proprio questa ripartizione ha scatenato di fatto le polemiche degli addetti ai lavori, in particolare l’UIGA e Federauto, con quest’ultima associazione che ha definito questo provvedimento come “una legge porcellum sull’auto che farà buttare decine di milioni di euro senza ottenere nulla”.