Il Comune di Roma taglia il 30% delle auto blu

Il Comune di Roma prova a dare il buon esempio, iniziando a tagliare alcune spese che in effetti sembravano superflue ai più. Dal Campidoglio è arrivata la proposta esecutiva del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che ha deciso di tagliare del 30% le auto blu. Dunque le vetture di rappresentanza del Comune di Roma adesso saranno 226 e non più 339. E’ chiaramente un numero che può essere ancora abbassato, ma si tratta comunque di un primo passo. La spesa per le auto blu infatti è da sempre molto elevata, basti pensare che questo 30% in meno di auto blu, permetterà al Campidoglio di risparmiare ben quattro milioni di euro. Adesso il Comune è al lavoro per trovare una soluzione alternativa per la mobilità dei politici del Comune: al momento la soluzione è stata indentificata in un possibile accordo con le compagnie taxi di Roma. Gianni Alemanno si è detto molto soddisfatto per questo taglio alle auto blu: “otterremo cosi’ un serio e profondo risparmio, dando un segnale di carattere morale ai cittadini in questo momento di crisi economica”. Proprio Alemanno è stato vittima di una piccola polemica relativa proprio alle auto blu: infatti lui continuerà ad utilizzare una Lancia Delta. Lo stesso sindaco ha motivato così questa scelta: “la Lancia Delta fa parte del segmento minimo di auto utilizzate dalla Polizia per il servizio di scorta cui sono sottoposto da otto anni”.

Pietro Gugliotta