Honda Jazz 2011, il restyling parte da 12.350 euro

La casa automobilistica giapponese Honda decide di ritoccare la Jazz: un restyling che dovrà per forza di cose rilanciare una vettura comunque molto interessante. La base è ottima, esteticamente la Honda Jazz non ha subito tantissimi mutamenti: il nuovo paraurti migliora l’aerodinamica della vettura, mentre modifiche minime sono state inserite nei fanali e nella calandra. Stesso discorso anche per la zona interna, dove troviamo un nuovo materiale, più scuro, per il cruscotto, ed un nuovo tessuto che ricopre i sedili. Novità rilevanti per la carrozzeria, infatti saranno disponibili due nuovi colorazioni: marrone metalizzato e blu elettrico. La flessibilità di questa vettura è incredibile: la Honda dichiara ben 16 diverse configurazioni dei sedili, mentre il bagagliaio resta uno dei più capienti della sua categoria, con 399 litri dichiarati. Passiamo ai motori: apparentemente non ci sono novità, infatti vengono confermati due motori benzina:
– 1.2 litri, da 90 CV, con emissioni pari a 123 g/km di CO2, ed un consumo di 5.3 l/100 km su ciclo combinato.
– 1.4 litri, da 100 CV, con emissioni pari a 126 g/km, ed un consumo di 5.5 l/100 km su ciclo combinato.
Ma la più grande sopresa riguarda l’inserimento di un propulsore ibrido: sarà dunque disponibile una versione Jazz Hybrid, con motore elettrico accoppiato ad un 4 cilindri 1.300 cc a benzina.
La Honda Jazz sarà disponibile nelle prossime settimane ad un prezzo di listino che partirà da 12.350 euro, prezzo della versione entry level.

Pietro Gugliotta