Fiat, il Freemont arriverà anche in Brasile

Dopo aver affrontato il tema del calo delle vendite in Brasile, Fiat non lascia ma raddoppia. Infatti è ufficiale la notizia che l’azienda del Lingotto porterà il nuovo Fiat Freemont anche in Brasile. La notizia è delle ultime ore, sembra quasi una risposta al calo delle vendite annunciato nei giorni scorsi, un calo che ha fatto perdere lo scettro di primo costruttore per vendite nel paese sudamericano alla Fiat, a vantaggio dell’azienda tedesca Volkswagen. In realtà non si tratta di una risposta ma di una scelta oculata, già presa da tempo. A questo si aggiunge anche una motivazione che potremmo definire logistica: infatti il Freemont viene prodotto in Messico, nello stabilimento Chrysler di Toluca, dunque non troppo distante dal territorio brasiliano. La versione che sarà destinata al mercato brasiliano, presenterà una motorizzazione da 2.4 litri, alimentata a benzina, con 172 CV di potenza, e sarà abbinata ad un cambio automatico da 4 rapporti e alla trazione anteriore. Abitacolo ed esterni sono perfettamente uguali alla versione del Freemont che è arrivata in Europa, unica distinzione è stata fatta per le sospensioni, che saranno McPherson all’anteriore e Multilink al posteriore, per adattarsi meglio al tipo di strade brasiliane, sicuramente diverso dalle strade europee. Il telaio nella zona delle sospensioni è stato irrobustito, la taratura delle molle e degli ammortizzatori è stata creata ad hoc per reagire alle condizioni più disastrate delle strade carioca.

Pietro Gugliotta