Fiat, a Mirafiori la produzione di motori elettrici

Buona notizia per lo stabilimento piemontese di Mirafiori: la Fiat ha deciso di investire su questo stabilimento per la ricerca  sui motori ibridi (o elettrici). Ottima notizia perchè, secondo le parole dell’a.d. Fiat, Marchionne, ciò implicherà un aumento del personale a Mirafiori. Ed è ovviamente una notizia positiva per l’ambiente, con lo studio approfondito su queste vetture ecologiche. L’accordo, firmato fra la Regione Piemonte e la Fiat, testimonia l’unione solida dell’azienda più forte in Piemonte e della stessa Regione.

Massimo Giordano
, rappresentate della Regione Piemonte ha commentato l’accordo. “L’investimento del Gruppo Fiat a Mirafiori ovviamente porterà ad una crescita dei dipendenti il cui numero sarà superiore a quello che abbiamo adesso. Penso che in 5 anni i posti di lavoro del Gruppo in Piemonte possono aumentare. Abbiamo registrato un’interessante comunanza d’intenti sullo sviluppo tecnologico del motore ibrido. La Regione è disponibile compatibilmente con le risorse di bilancio a investire”.

Qualche parola sull’accordo arriva anche da Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat e Chrysler. “C’è un grandissimo patto per andare avanti, la cosa importante era aprire il dialogo l’auto del futuro è complessa e una parte continuerà a nascere in Piemonte. La cosa importante è cercare un metodo per incrociarsi con l’attività americana dove l’auto elettrica è già andata avanti molto di più di quanto non sia andata avanti in Italia. Coprirà una fascia molto ristretta del mercato e non andrà a rimpiazzare i motori che facciamo in Italia, perciò bisogna andarci piano”.