Codice Stradale, altri provvedimenti approvati e bocciati

Avevamo parlato nei giorni scorsi della riforma del Codice Stradale, molti nuovi emendamenti, qualcosa è stato tolto o modificato e altri, proposti a gran voce da numerosi politici, cittadini ed associazioni sono stati severamente bocciati. Completiamo il quadro della situazione proponendovi altri nuovi emendamenti promossi e spiegando quali sono stati bocciati.

Foglio rosa: chi possiede la patente di guida A (i famosi motori cinquantini) potrà prendere il foglio rosa a 17 anni.

Autisti professionisti: dopo la norma che vieta in alcun modo di assumere sostanze alcoliche prima di mettersi alla guida, è stato aggiunto il “licenziamento per giusta causa” qualora un professionista venga fermato e la sua patente revocata per guida in stato di ebrezza.

Multe per alcool o droga: qualora il prefetto sia d’accordo, le multe per questi due tipi di “reato” al volante (solo in caso di non aver provocato incidenti gravi) possono essere commutate in lavori di pubblica utilità.

Stop a vendita di alcolici in autostrada: sarà vietato dopo le tre di notte, vendere alcolici in autostrada. Tali esercizi dovranno essere forniti di un etilometro, per poter permettere al conducente di controllare il proprio tasso alcolemico.

Patente ad ore: sospensione del ritiro della patente, a chi ha estrema necessità (motivi di lavoro o sociali) di guidare la propria macchina.

Targa personale: la targa è legata alla persona proprietaria dell’auto, e non più alla vettura stessa, dunque potrebbe utilizzarla su una nuova vettura.

Fra gli emendamenti bocciati, più importanti sono questi due:
divieto di fumo in auto, si potrà fumare liberamente nelle proprie vetture;
aumento limite velocità, era richiesto un aumento da 130 a 150 km/h in autostrade a tre corsie ma è stato al momento bocciato.

Si cercherà di inserire nuove regole e probabilmente l’idea del divieto di fumo in auto, verrà inserita, ma “limitata” alla presenza di bambini nella stessa vettura.