Carlos Sainz sgomita e spera in un exploit estivo

sainz

La passione per i motori nel sangue, ereditata dal papà che è stato più volte campione nei Rally. Lui però ha scelto un’altra strada, prendendo non le sterrate come il famoso genitore, bensì la Formula Uno, arrivata dopo tante buonissime affermazioni nei campionati minori.

Nella categoria che ora lo vede protagonista alla guida di una Ferrati, ha debuttato con la Toro Rosso nel 2015 correndovi per due stagioni, poi nel biennio 2017-2018 si è messo al volante di una Renault per passare poi nel biennio successivo alla McLaren, fino a vestirsi di Rosso Ferrari dal 2021.

Una carriera sempre in ascesa per il madrileno che sin dal suo arrivo nella scuderia di Maranello si è fatto apprezzare per le sue doti al volante ma anche per le sue qualità umane, che non sono sempre scontate in personaggi di questo livello.

Ma quello che importa maggiormente gli appassionati di questo meraviglioso sport e gli amanti delle scommesse Formula 1 è soprattutto come rende in pista e quest’anno le cose sembrano andare piuttosto bene per lo spagnolo.

Dopo la bellissima doppietta Ferrari all’esordio del Mondiale 2022 in Bahrain, con lui al secondo posto dietro al compagno di scuderia Le Clerc, arriva anche un buon terzo posto nel GP in Arabia Saudita quando a vincere è invece Verstappen.

Poi Carlos Jr. va incontro a due GP no… In Australia la sua corsa si conclude dopo appena due giri, finendo nella ghiaia ed è quindi costretto al suo primo ritiro da quando è alla guida di una Ferrari, interrompendo una serie utile di ben 17 gare consecutive a punti: per chi è scaramantico un numero magari da evitare…

Anche a Imola però, nel Gran Premio successivo, Sainz si complica la vita finendo anche qui nella ghiaia dopo pochissimi secondi successivamente ad un contatto con la McLaren di Ricciardo e compromettendo in via definitiva la sua partecipazione alla corsa imolese.

Anche Miami sembrava una tappa stregata visto che nelle libere è stato protagonista di due incidenti, prima una testata ad una ringhiera e poi un botto piuttosto importante contro un muro nel corso delle seconde prove libere.

Poi però il riscatto, e che riscatto! Nel corso delle prove ufficiali si arrende solo al proprio compagno Le Clerc e parte secondo al via, fa una bella gara ma non va oltre un terzo posto, comunque, da sottolineare anche perché è il terzo podio stagionale che ne conferma il valore e la crescita costante.

Del resto in casa Ferrari hanno grande fiducia nel pilota di Madrid e lo conferma il fatto che proprio nelle scorse settimane, quella che viene considerata la seconda guida della scuderia emiliana, ha prolungato il suo contratto per altre due stagioni: sarà dunque alla guida di una Rossa fino al 2024.

Altre due annate sportive importanti, alla guida di una delle auto più affascinanti dell’intero circo della Formula 1, quella più amata dagli appassionati di motori, non solo in Italia ovviamente, il suo mito è di carattere planetario.

Sainz sembra essere davvero pronto per un exploit, a Miami ha confermato grandi progressi, gli ingegneri della Ferrari si attendono grandi risultati e lui ha mostrato doti e determinazione giuste per ritagliarsi grandi soddisfazioni: l’estate lo attende da protagonista!

About Redazione 300 Articoli
Articoli scritti a più mani dalla redazione di Motoeauto.eu