Carburanti, cresce ancora la benzina: 1,621 euro al litro, è record!

Abbiamo parlato durante la settimana del nuovo caro carburanti: “gli aggiustamenti sono stati dettati dal caro-accise dei giorni scorsi, che ha visto aumentare di 5 centesimi al litro proprio le accise sui carburanti. Le compagnie petrolifere hanno dunque deciso di tornare ad alzare i prezzi, al contrario dei distributori no-logo che addirittura fanno segnare prezzi ancora in ribasso” avevamo spiegato nei giorni scorsi. Con l’arrivo del fine settimana, periodo di grandi spostamenti, specie in auto, per tantissimi italiani, i prezzi dei carburanti sono tornati nuovamente a salire. Se i primi aumenti avevano fatto toccare già un livello record, gli aumenti del weekend hanno ancora di più fatto toccare una quota mai raggiunta, specie per il prezzo della verde, che è arrivata ad una media di 1.62 euro al litro in alcune catene di distribuzione. I prezzi medi si attestano fra 1.59 e 1.62, ma sicuramente aver sfondato il tetto dell’1.60 euro è già un traguardo che non si era mai raggiunto. I rincari di questo fine settimana sono da attribuire a due fattori: il calo delle scorte USA e l’aumento dei tassi deciso dalla Banca Centrale Europea. A questi va sommata l’attuale situazione dell’euro: la moneta unica europea si è indebolita rispetto al dollaro.

Pietro Gugliotta