Carburanti, ancora rincari: la benzina vola verso 1.51 euro al litro

Ancora una nuova tornata di rincari dei prezzi dei carburanti: in questo fine settimana infatti, il prezzo di benzina e gasolio è aumentato fino a toccare livelli veramente alti. Il prezzo di benzina e gasolio infatti è cresciuto fra gli 0.5 centesimi di euro ed il centesimo di euro per ogni litro di carburante, dunque le medie dei prezzi superano quota 1.50 euro al litro per la benzina verde, mentre il prezzo medio del gasolio sale e si attesta fra 1.39 euro al litro ed 1.40 euro al litro. Gli aumenti più sensibili nei distributori italiani sono stati visti principalmente per la benzina, mentre l’aumento del gasolio è stato più leggero. Federconsumatori e Adusbef, due fra le principali associazioni dei consumatori, hanno rilasciato un duro comunicato su questi nuovi aumenti dei prezzi dei carburanti. “Gli aumenti non sono per nulla giustificati” spiegano le due associazioni, denunciando dunque un nuovo sopruso ai danni di tutti gli automobilisti italiani. Ma l’Up, l’Unione petrolifera, non ci sta e ha replicato immediatamente ad Adusbef e Federconsumatori. “I prezzi dei carburanti sono in linea, se non inferiori, a quelli europei. Già oggi, su circa 10 mila impianti su un totale di 23 mila della rete di distribuzione italiana carburanti si possono trovare prezzi in linea, se non inferiori, a quelli europei”.

Pietro Gugliotta