Cala il prezzo dei carburanti, benzina e diesel costano meno

Dopo tanti aumenti, finalmente ci sono buone notizie per gli automobilisti: c’è stato un sensibile taglio del prezzo dei carburanti. Sul territorio nazionale, tutte le compagnie petrolifere (sia quelle “ufficiali” che quelle no-logo) hanno tagliato i prezzi, grazie all’abbassamento del prezzo del greggio e alla decisione dell’Aie, di rilasciare 60 milioni di barili di greggio di scorte strategiche. Questa scelta ha praticamente portato le quotazioni petrolifere internazionali a livelli molto bassi, permettendo alle compagnie di abbassare i prezzi. I prezzi – in media – sono stati abbassati di 1 centesimo per quanto riguarda la benzina verde e per 1.5 cent per quanto riguarda il gasolio. Per esempio, TotalErg ha abbassato i prezzi di entrambi i carburanti di 0.5 centesimi, mentre Tamoil ha abbassato il solo prezzo della benzina di 0.5 cent. In linea di massima, i prezzi della benzina si attestano – nelle punte più basse – vicino all’1.5 euro al litro, mentre le punte più basse del prezzo del gasolio si attestano sotto l’1.4 euro al litro. Lo conferma anche il portale di monitoraggio dei prezzi dei carburanti, quotidianoenergia.it, che ha effettuato una ricerca a livello nazionale. A questo punto non ci resta che sperare che i prezzi possano scendere ancora, o quantomeno restare più vicini a queste punte minime.

Pietro Gugliotta