Boom della Fiat 500 in America: tutte prenotate

Lo avevamo detto qualche tempo fa: l’America avrebbe potuto apprezzare il lavoro della Fiat sulla 500. Gli americani sono un popolo che preferisce un tipo diverso di vettura, in Italia cerchiamo magari una vettura più “citycar”, piccola ed agile, in America si punta su un target molto più voluminoso, come i SUV. Nonostante questi preconcetti, la Fiat ha comunicato che la prima edizione di Fiat 500 dedicata gli Stati Uniti è andata a ruba: 500 esemplari, tutti in pre-ordine, sono stati assaltati dagli americani in pochissime ore. Si tratta solo del primo “lotto” di vetture, è chiaro che dovrebbe arrivarne un altro. Il dato importante è che in poco meno di due ore, le vetture siano andate proprio a ruba, nonostante ci fosse da versare un anticipo di 500 dollari. A questo punto ci si chiede se il gusto degli americani sta cambiando o se si tratta solo di un boom dovuto alla novità italiana. Di certo quando arriverà il secondo lotto di Fiat 500 ci sarà da vedere come si comporterà il mercato americano. In ogni caso, chi non si è riuscito a prenotare nel primo lotto, ha potuto mettersi in c in modo da essere contattato quando arriveranno le altre vetture. Un’analisi più approfondita sui numeri fa riflettere sul fatto che solo 500 esemplari, per un popolo così numeroso come quello americano (300 milioni circa) siano pochi e giustamente siano andati tutti esauriti. Inoltre c’è chi potrebbe aver versato l’anticipo di 500 dollari e poi ripensare e non acquistare la vettura, ma saranno proprio in pochi. Diciamo che attendiamo che la 500 sia disponibile negli autosaloni americani per il vero test delle vendite.

Pietro Gugliotta