BMW, richiami in Usa per la Serie 1

E’ clamoroso, ancora richiami in Usa. Dopo Toyota, Chrysler e altre marche, stavolta è il turno della BMW. Gli esemplari di BMW Serie 1 sono stati richiamati per problemi al pretensionatore. Si tratta di un problema di “tessuto isolante“: infatti la casa costruttrice bavarese ha equipaggiato le vetture della Serie 1 con un tessuto isolante sistemato fra montante e pretensionatore. Ma in realtà, questo tessuto, di isolante ha ben poco, infatti in caso di incidente, il rivestimento potrebbe addirittura prendere fuoco in seguito all’innesco della carica esplosiva. Un problema non da poco, che appena scoperto ha portato la BMW al richiamo di circa 38.000 vetture. Si tratta come già detto delle BMW Serie 1, 38.000 gli esemplari interessati al richiamo, fra quelli prodotti dal 1 dicembre 2007 al 27 maggio 2010 e solo destinati al mercato degli Stati Uniti. Dunque ancora lavoro per l’ente statunitense sulla sicurezza stradale, la NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration), che in questi mesi ha richiamato una dose massiccia di vetture destinate al mercato americano con molto problemi.  L’ente americano ha ovviamente aperto una procedura contro la casa tedesca per appurare il perchè di questa disfunzione.
La BMW fa comunque sapere che al momento non sono stati riscontrati incidenti o danni particolari, dovuti a questa disfunzione. Ciò che ancora non è dato sapere, è se le vetture incriminate possano essere anche state vendute in Italia o in Europa: al momento, su questa possibilità la casa tedesca non si è pronunciata.

Pietro Gugliotta