Benzinai, via libera all’apertura nottura in modalità servito

DistributoreL’Antitrust ha deciso una controversia piuttosto importante: fare benzina di notte in modalità servito. L’autorità garante della concorrenza e del mercato ha confermato che questa possibilità non dovrà essere possibile solo in autostrada, ma anche in città. Comuni e regioni dovranno adattarsi a tale disposizione, in modo tale da non limitare l’offerta di prodotti e servizi al consumatore. C’è da dire che ormai dal 2011, molti distributori sono dotati della modalità fai da te: la possibilità dunque, di effettuare un rifornimento di carburante a qualsiasi ora del giorno e della notte, senza l’ausilio di un benzinaio. Il tutto guidato da un sistema automatizzato, collegato fra una colonnina di servizio ed una macchina automatica per incassare il denaro, contante e non. “Gli orari di apertura limitati sono una restrizione severa all’offerta di servizi e non è più ammissibile giustificare una qualunque prescrizione in materia adducendo come motivazione la tutela del semplice interesse pubblico a che sia garantita la possibilità di fare rifornimento per la generalità dei consumatori” spiegano dall’Antitrust. Adesso dunque la disposizione dell’Antitrust garantirà che i distributori stradali di carburante possano restare aperti 24 ore su 24, senza orari obbligatori di apertura e di chiusura. Vedremo quali saranno i primi distributori che vorranno allinearsi a tale disposizione.