Benzinai, sciopero in autostrada dal 31 marzo

benzinaFaib Confesercenti, Fegica Cisl ed Anisa Confcommercio hanno annunciato con una nota ufficiale uno sciopero che coinvolgerà i gestori delle aree di servizio su tutta la rete autostradale nazionale. Lo scioperò scatterà alle ore 00.00 di martedì 31 marzo e si concluderà dopo ventiquattro ore, alle ore 24 di mercoledì 1° aprile. “Si tratta della fatale conseguenza dell’atteggiamento di totale arroccamento delle strutture politico-burocratiche dei Ministeri competenti – Trasporti, Infrastrutture e Sviluppo economico – a strenua difesa e protezione del ‘sistema’, tanto opaco quanto monolitico, posto a garanzia degli interessi e delle rendite di posizione di cui godono i concessionari autostradali” spiegano le organizzazioni di categoria nella nota diramata alla stampa. Faib Confesercenti, Fegica Cisl ed Anisa Confcommercio evidenziano come questo sistema sia in grado di garantire “aumenti sistematici dei pedaggi e delle tariffe, proroghe ultra decennali di già lunghissime concessioni”. Ma non è tutto, perchè come si legge nella nota, il sistema fornisce la possibilità di imporre una sorta di regime di royalty, che va ad aumentare il prezzo dei carburanti, rendendoli fra i più alti di tutta Europa. Per rafforzare la propria posizione, le associazioni promettono di portare avanti una battaglia legale, che andrà ad affiancarsi ai prossimi scioperi, per evitare aumenti sistematici dei pedaggi e delle tariffe, proroghe ultra decennali di già lunghissime concessioni.