A Roma moto sulle corsie preferenziali in quattro strade

In Italia il problema del traffico è sicuramente uno dei più gravi per tutti gli automobilisti e motociclisti. Sappiamo che in città spesso si rimane imbottigliati nel traffico, tutti in coda, la soluzione per evadere questa cosa esiste, ma non è legale. E’ la corsia preferenziale, ossia una parte della carreggiata stradale che viene riservata al transito dei mezzi di trasporto pubblico. Molti rischiano e percorrono queste corsie per poi cercare di rientrare nella normale carreggiata, è chiaro che se in zona c’è una pattuglia dei vigili urbani, l’automobilista indisciplinato rischia una forte multa e una decurtazione dei punti della patente. A Roma però è stata approvata in via sperimentale la proposta del vicesindaco Mauro Cutrufo, che ha proposto di far utilizzare le corsie preferenziali ai motocicli. Attenzione, non su tutte le strade: la sperimentazione infatti riguarda solo quattro vie:
– Lungotevere Sangallo,
– Viale Marconi,
– Via Cristoforo Colombo,
– Largo di Torre Argentina.
I motociclisti potranno percorrere le corsie preferenziali di queste quattro strade per circa tre mesi, al termine della sperimentazione, le autorità che si occupano della viabilità del Comune di Roma, decideranno se estendere questo provvedimento a tutte le strade della Capitale. Non è da escludere che se i risultati saranno positivi, l’esperimento possa essere riciclato da altre città italiane.

Pietro Gugliotta