Multe Tutor, senza la fotografia allegata non sono valide

multe tutor

La recente sentenza del Tribunale d’Alessandria fa chiarezza in merito alla ricezione di una contravvenzione tramite sistema Tutor. Il Tribunale di Alessandria ha infatti confermato una precedente sentenza del Giudice di Pace di Cassino: nel 2012 fu accolto il ricorso di un automobilista che non aveva ricevuto la propria fotografia allegata alla contravvenzione. Da Alessandria arriva la conferma: “la multa per eccesso di velocità rilevata tramite questo tipo di strumentazione non risulta valida se nella notifica presentata al diretto interessato non viene allegata l’immagine che ne certifica l’infrazione” si legge nella motivazione. L’oggetto in questione è dunque una foto mancante: la società che aveva ricevuto una multa segnalata dal sistema Tutor infatti non ha ricevuto l’immagine che ritrae la propria vettura mentre viaggiava oltre i limiti imposti dalla legge. Mancando la prova fotografica, manca dunque una prova tangibile dell’infrazione: per questo motivo, la sanzione non può essere considerata valida. Giordano Biserni, presidente dell’Asaps (associazione amici polizia stradale) ha contestato questa decisione. “Non sapeva il signor giudice che la questione è stata affrontata da tempo e si adotta questa procedura per “non violare la privacy” del conducente del veicolo, ma che comunque la foto è agli atti e a disposizione del del sanzionato? Non sappiamo se lo ha fatto ma il giudice poteva richiedere ulteriori informazioni all’organo preposto” commenta Biserni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.