F1, libere in Malesia: è allarme Ferrari

Sono state tutt’altro che positive per la Ferrari le prove libere che si sono disputate oggi valide per il Gran Premio della Malesia del campionato mondiale di Formula 1 che partirà domenica sul circuito di Sepang.

Le due rosse si sono posizionate infatti rispettivamente sesta con Massa e nona con Alonso, ben lontani dalla vetta guidata oggi da Mark Webber, seguito dalle due McLaren e dal compagno di squadra Sebastian Vettel. Così il pilota spagnolo al termine della sessione come riporta La Gazzetta dello Sport: “Cercheremo di essere competitivi per domani, abbiamo lavorato molto sull’aerodinamica, ci sono molte domande a cui dobbiamo rispondere. Veniamo da un inverno che era stato molto positivo per noi, intenso, con molti chilometri percorsi: circa dodicimila. A Melbourne – spiega – ci è mancato un po’ di carico, ora vedremo se stanotte riusciremo ad analizzare tutti i dati e a migliorare. Siamo soltanto all’inizio della stagione: non siamo abbastanza veloci per lottare per la vittoria e per la pole position ma non vuol dire che si debba mollare la presa, anzi bisogna moltiplicare le energie per ridurre in fretta il distacco che ci separa da chi ha lavorato meglio di noi”.

Ottimismo misto ad un po’ di realismo con le solite difficoltà di inizio stagione della Ferrari, come negli ultimi anni. A Maranello, pardon a Sepang, questa notte si lavorerà duro nel tentativo di raggiungere una posizione più che dignitose per le qualifiche di domani mattina.

Giovanni Ferlazzo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.