Carburanti, a maggio è cresciuto il prezzo

Fuel pumpIl mese di maggio è stato negativo per gli automobilisti: secondo quanto riportato dall’Istat, a maggio il prezzo dei carburanti è aumentato. Nonostante l’inflazione sia scesa, con prezzi in discesa per diversi beni e prodotti, l’Istat ha ravvisato un aumento del prezzo per benzina e diesel. Aggiustamenti, verso l’alto, per GPL, benzina e diesel dunque. In particolare, si segnala un aumento dello 0.6% per la benzina, che torna a salire dopo nove mesi consecutivi in calo. Il prezzo del diesel cresce del +1.3% rispetto al mese di maggio 2013, mentre il prezzo del GPL è cresciuto un po’ per tutte le aziende, dopo l’aumento deciso dall’Eni. “L’inversione di tendenza risente del paragone con il maggio dello scorso anno, quando si registrarono marcate diminuzioni congiunturali” spiegano dall’Istat, giustificando dunque il dato del mese di maggio. Alle porte però potrebbe esserci un nuovo aumento: potrebbe essere attivata una clausola nel decreto Irpef, che aumenterebbe le accise sui carburanti. A tal proposito, Assopetroli-Assoenergia hanno già diramato un comunicato, nel quale si chiede al Governo di non attivare questa clausola. “Considerando gli effetti recessivi sui consumi di carburante e dunque sulle entrate erariali che derivano dall’eccessiva tassazione, auspichiamo che la copertura alle misure contenute nel DL Irpef all’esame delle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato, sia ricercata non attraverso l’aumento delle accise ma attraverso tagli strutturali alla spesa pubblica improduttiva” si legge nella nota di Assopetroli-Assoenergia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.